• 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • Home
  • Organizza un'equipe

Organizza un'equipe

Ti invitiamo a costruire gruppi della Comunità nel tuo luogo di residenza, di studio, di lavoro ecc.

 

1.   Come inizia la creazione di un gruppo?

Quando un gruppo di persone si riunisce periodicamente intorno ai materiali della Comunità con l’obiettivo di organizzare attività di formazione e pratica della nonviolenza, di vuoto, denuncia e non collaborazione con la violenza, quando mette in marcia azioni esemplari nonviolente, e quando inoltre i partecipanti di detto gruppo si occupano anche del superamento della propria violenza interna, siamo in presenza di una prima organizzazione di base che chiamiamo “gruppo promotore della Comunità”. Le relazioni e il comportamento personale e di gruppo di questa equipe si basano sulla Regola d’Oro: “Tratta gli altri come vuoi essere trattato”.

Esistono anche gruppi della Comunità che sviluppano le loro attività in modo virtuale approfittando delle nuove tecnologie via web e internet.

 

2.   Come si partecipa?

La partecipazione è aperta a tutti senza nessuna discriminazione. Chiunque sia d'accordo con gli obiettivi fondamentali della Comunità può integrarsi nell'organizzazione, partecipare come membro effettivo o come aderente, collaborare alle attività pianificate, partecipare alle riunioni di formazione ed abilitazione, e promuovere nuove azioni.

Membri effettivi: partecipano alle riunioni, contribuiscono alla campagna annuale di finanziamento, danno impulso alla crescita e si abilitano in base ai lavori personali che promuove la Comunità. Sono coloro che eleggono per votazione diretta i delegati della propria equipe nelle Equipe di Coordinamento nazionale e mondiale. Inoltre danno impulso alla creazione e allo sviluppo di nuove Equipe di Base senza limitazioni geografiche.

Membri aderenti: ricevono informazione, partecipano e collaborano nelle attività.

Qualsiasi fronte d'azione, gruppo, organizzazione o raggruppamento che manifesti il suo accordo con i principi ispiratori della Comunità potrà sollecitare la propria inclusione come “aderente” della Comunità, e mantenere con questa relazioni di mutua collaborazione, senza perdere la propria identità.

Nel caso eventuale che alcuni membri effettivi o equipe di base incoraggino proposte, azioni o procedimenti che si oppongono chiaramente agli obiettivi dell’organismo, La Comunità potrà togliere il riconoscimento di membri a questi membri o a queste equipe di base.

 

3.   Quali sono le funzioni fondamentali all'interno del gruppo / equipe?

Fin dalla sua formazione, l'equipe o il gruppo di base della Comunità mette in moto tre meccanismi o funzioni fondamentali per il proprio sviluppo:

- crescita: orienta la sua azione verso altre persone, verso altre reti e organizzazioni con l’obiettivo di far conoscere e mettere in pratica i suoi progetti, le sue proposte e i suoi strumenti;

- comunicazione: mantiene una comunicazione e uno scambio fluido con altre equipe di base e altre organizzazioni affini ai suoi obiettivi;

- formazione: cura la progressiva formazione dei suoi membri fornendo loro gli strumenti per il superamento della violenza interna ed esterna. Questi studi e pratiche si trovano sviluppati nei materiali principali.

Quando questi gruppi promotori della Comunità”raggiungono uno sviluppo minimo (approssimativamente 10 membri effettivi), hanno permanenza nelle loro riunioni, ed eleggono per votazione diretta uno dei propri membri affinché compia le funzioni di coordinamento della equipe e di collegamento nella Equipe di Coordinamento del paese o mondiale, si costituisce una “Equipe di Base della Comunità”. (Es.: Equipe di Base de LC Quartiere Fiori, Equipe di Base de LC Nonviolenza attiva  Bombay ecc.)

Queste equipe della Comunità possono generare legami con altri gruppi o organizzazioni (scambi, azioni congiunte e collaborazioni), ma non stabiliscono in nessun caso una relazione organica con loro.

Le Equipe di Base della Comunità, così come le Equipe di Coordinamento di paese e mondiale potranno,se lo considerano necessario, definire alcune funzioni che facilitano l’azione d’insieme, come:

- Portavoce: rappresenta La Comunità nelle attività istituzionali, con la stampa e in ogni attività o situazione nella quale ci sia bisogno di esporre i punti di vista della Comunità.

- Relazioni con altre organizzazioni.

- Partecipazione delle minoranze

- Legale e giuridica.

- Stampa e diffusione.

- Altre funzioni ad-hoc.

Queste funzioni sono elette per votazione diretta dai membri delle rispettive equipe (di base, di coordinamento di paese o mondiale), e hanno una durata di 1 anno nel caso delle equipe di base, e di 2 anni per le equipe di coordinamento di paese e mondiale. Queste funzioni sono esclusivamente di relazione con l'esterno, di servizio all’insieme, non di orientamento, rispondono a un mandato con delineamenti precisi e possono essere rielette.

 

4.   Quali sono i materiali di riferimento?

Materiali ufficiali:

  • Libro della Comunità (ed. Multimage, 2010).
  • Manuale di formazione personale par i membri del Movimento Umanista(Centro di Studi Parco Punta de Vacas, 2009).
  • Documento del Movimento Umanista(Silo, 1992).

Materiali raccomandati:

  • Autoliberazione(Luis A. Ammann, 1980, ultima edizione Multimage 2004)
  • Opere Complete, Vol. I e II(Silo, Ed. Multimage, 2000 e 2003.)

Esistono anche numerosi contributi realizzati dai membri della Comunità nello sviluppo dei loro punti di vista e nell’applicazione a campi specifici, contributi che ampliano la bibliografia raccomandata.

 

5.   Come si finanzia La Comunità?

La Comunità si autofinanzia con il contributo volontario dei suoi membri. Si realizza una campagna economica annuale per il sostentamento delle attività d’insieme, nella quale partecipano tutti i membri effettivi del mondo. L’ammontare delle collette è definito dalle equipe di coordinamento nazionali, prendendo come base una percentuale del salario medio del paese in questione.

La colletta si distribuisce in modo proporzionale tra equipe di base, equipe di coordinamento nazionale e equipe di coordinamento mondiale, secondo la proporzione definita dall'Equipe promotrice mondiale.

Si potranno anche organizzare collette occasionali, in base alle necessità che sorgessero, nelle quali parteciperanno in modo volontario i membri effettivi e gli aderenti. L'ammontare di queste collette occasionali non potrà mai superare l’ammontare della colletta annuale.

Coerentemente con una organizzazione a base umana, i fondi per il sostentamento della Comunità provengono dai suoi membri.

 

6.  Aspetti istituzionali

Secondo il grado di sviluppo e di crescita della Comunità in ogni paese, e con il fine di facilitare lo sviluppo degli obiettivi in relazione al loro ambiente, le Equipe della Comunità tendono ad ottenere una legalizzazione come “associazione senza fini di lucro” (o figura simile secondo la normativa del paese).

Gli statuti o atti costitutivi di queste “associazioni senza fini di lucro” rifletteranno nella pratica un'organica, obiettivi e principi identici a quelli proposti nei materiali organizzativi ufficiali della Comunità a livello mondiale.

A livello mondiale, La Comunità si organizza come una “Federazione Mondiale” che raggruppa tutte le Equipe della Comunità del mondo.

 

7.   Connettive
La comunicazione e lo scambio di esperienze sono importanti per lo sviluppo dei gruppi. Ti raccomandiamo quindi di prendere contatto con membri dell'organizzazione nel tuo paese. Troverai nella sezione contatti l'elenco di riferimento; nel caso non ci siano membri nel tuo paese, puoi metterti in contatto con La Comunità attraverso questa email: lacomunidadmundial.ecm@gmail.com

 

StampaEmail